Harry’s Bar.
Monumento all’eccellenza italiana nel mondo.

Sapori

Un locale unico nel suo genere, che racconta la storia della famiglia Cipriani celebrando l’Italia intera con i suoi gusti e le sue bellezze.

Casa del gusto e della raffinatezza italiana, all’Harry’s Bar non servono presentazioni.


Dopo aver visitato la Basilica di San Marco e attraversato il Ponte di Rialto, i turisti cercano la leggendaria insegna del locale-monumento per scattare una foto ricordo. Da sempre l'Harry’s Bar è un simbolo di buon gusto, raffinatezza ed esclusività in tutto il mondo, la meta privilegiata per intellettuali, artisti ed aristocratici del calibro di Peggy Guggenheim, Charlie Chaplin, Truman Capote e molti altri.


L’atmosfera che accoglie gli ospiti trascende l’importanza storica del luogo, lasciando il posto a una sensazione famigliare, grazie a un ambiente intimo e accogliente: all’Harry’s Bar ci si sente davvero a casa, fin dalla prima volta.


Ogni dettaglio di questo “locale-gioiello” è frutto di un attento studio che la famiglia Cipriani ha dedicato negli anni al comfort dei propri ospiti, inseguendo un’essenzialità “complessa”. Pavimento in travertino, bancone del bar e boiserie in legno pregiato, tavoli e poltrone con proporzioni ergonomiche ideali, tovaglie di lino finemente lavorate e posate progettate per offrire un’impugnatura dall’equilibrio perfetto: per Arrigo Cipriani il lusso autentico non è legato alla disponibilità di denaro, ma al rapporto intimo con le nostre esperienze e alla disposizione d’animo in tutto ciò che facciamo.


All’Harry’s Bar, il cliente è sempre al centro di tutto. Da questa cura ed attenzione, sono nate negli anni ricette straordinarie: una contessa veneziana seguiva una dieta a base di carne cruda, quindi la famiglia Cipriani decise di servirle fettine sottilissime di controfiletto di manzo, decorate à la Kandinskij con l’inimitabile “salsa universale”. Il nome di questo capolavoro deriva da un pittore veneziano del XV secolo, Vittorio Carpaccio, ed è diventato sinonimo in tutto il mondo di un piatto a base di carne o pesce crudo.


La contaminazione tra gastronomia ed arte è trasversale alle eccellenze che hanno reso celebre l’Harry’s Bar nel mondo: è il caso del Bellini, il cocktail per eccellenza inventato da Giuseppe Cipriani nel 1948, che deve il suo nome al pittore Giambellino: una bevanda rinfrescante, gustosa e raffinata, a base di prosecco e polpa di pesca bianca. Un’idea geniale che racchiude in sé la voglia di rinascita dell’Italia nel secondo dopoguerra: attraverso l’arte, il cinema e la grande cultura Venezia offre lo scenario perfetto per ricominciare a sognare e l’Harry’s Bar diventa una tappa imprescindibile nell’immaginario collettivo.


Il menù presenta molte altre prelibatezze inconfondibili, come il Fegato alla Veneziana e il Baccalà alla Vicentina, capaci di coniugare il sapore e il sapere della tradizione alla freschezza assoluta delle materie prime: queste ricette esaltano il sapore della tradizione e sono testimoni delle profonde radici della filosofia di Arrigo Cipriani.


Tutti i piatti vengono accompagnati da San Benedetto Millennium Water - Antica Fonte della Salute. Come Harry’s Bar, il gruppo San Benedetto può vantare una tradizione familiare che si traduce in una forte vocazione alla qualità e all’eccellenza. Nella casa del Bellini è possibile assaggiare la celebre bevanda anche in variante analcolica: si tratta di San Benedetto Cipriani Bellini, che rispetta alla perfezione la preparazione e gusto dell’originale.


L’Harry’s Bar è anche la casa di storie meravigliose.


Come quella di Orson Wells, che scordò di saldare il conto e costrinse lo stesso Arrigo a una corsa in stazione: il saldo avvenne con un lancio dal finestrino e il treno in partenza. Oppure c’è la storia di Ernest Hemingway, così affezionato all’Harry’s Bar e alla famiglia Cipriani da citarli nel romanzo “Di là dal fiume e tra gli alberi” e in altri racconti. E infine, la celebre sedia dedicata a Vittorio Emanuele di Savoia, l’educata timidezza di Woody Allen e tutte le altre storie degli straordinari clienti dell’Harry’s Bar. Chiedete ad Arrigo Cipriani, un vero padrone di casa.




Ristorante Harry's Bar, Venezia

Vai al sito

Ultimi articoli

Locanda Mammì,
il Molise è un’eccellenza da scoprire.

Sapori

Mazara del Vallo.
Il borgo dal fascino orientale

Italia I love you

Caffetteria Torinese,
la stella di Palmanova.

Sapori